Come trasformare, ritagliare, distorcere le clips video in Final Cut Pro X.

Esiste la possibilità, in Final Cut Pro X, di modificare la frame ovvero il fotogramma delle nostre clips video. In buona sostanza l’inquadratura può essere modificata a piacimento; Può’ essere trasformata, riposizionata, scalata, ruotata, tagliata, accorciata, “stretchata” ovvero “tirata” , distorta e così via,  per essere adattata alle esigenze progettuali del nostro video finale.

Il menu e’ intuitivo, e’ sufficiente selezionare in timeline la clip video da modificare e poi cliccare sul pulsante designato (vedi Fig 1) per attivare il menu a tendina nel quale trovano posto i tre gruppi di funzioni appena citate :

  • Trasform
  • Trop
  • Distort
Trasform, Crop, Distort

Fig. 1

Funzione : Trasfom.

Nella funzione di Trasform ovvero trasformazione, abbiamo la possibilità di agire, per esempio, sulla “scala” del fotogramma, ingrandendo o rimpicciolendo l’immagine del nostro girato.

Lo scopo di questa funzione e’ facile da comprendere: giriamo, per esempio una sola volta, una intervista ad un soggetto e poi, in post produzione ovvero in fase di video editing, possiamo cambiare inquadratura del nostro soggetto “scalandola”, in momenti diversi del nostro filmato, dando l’impressione di averlo registrato diverse volte con zoom differenti. In realtà’ la ripresa era una sola.

Oppure possiamo zoommare su un dettaglio che in precedenza in fase di registrazione non avevamo ripreso cambiando l’obiettivo o appunto ingrandendolo attraverso la funzione di zoom.

E’ possibile inoltre, sempre nella funzione di Trasform di Final Cut Pro X, riposizionare l’intera frame, a piacimento, oppure ruotarla di un numero di gradi voluti. Tutte queste modifiche possono essere controllate e manipolate attivando come sempre l’inspector (vedi Fig 2).

Inspector : Trasform

Fig. 2

Funzione : Crop.

Nella funzione di crop abbiamo 3 sotto funzioni : Trim, Crop, Ken Burns (Fig. 3).

Fig. 3

Fig. 3

Sostanzialmente possiamo ritagliare l’immagine del nostro fotogramma video in modalità differenti e nell’ultimo caso aggiungiamo anche un effetto di movimento all’immagine stessa simulando un “pan” oppure un “tilt” ovvero un movimento di camere in orizzontale o verticale rispetto al soggetto inquadrato.

Funzione : Distort.

Nell’ultima funzione presa in esame, come da significato del termine , siamo in grado di distorcere la nostra immagine agendo su piccoli pulsanti inseriti sul profilo dell’immagine stessa del fotogramma.

Possiamo quindi creare in timeline una distorsione dell’immagine del fotogramma di una clip , per esempio , angolando la stessa di 45° , posizionandola sulla destra del nostro monitor e poi , inserendo in timeline , nella secondary story line, una seconda clip video sovrapposta alla prima in primary story line.

Il risultato finale sara’, per esempio, un panorama che ci apparira’ sulla sinistra della nostra inquadratura , mentre sulla destra avremo , angolata di 45° l’inquadratura di un panorama che viene visualizzato in cornice. Il tutto in un unico filmato finale (Fig 4).

Fig. 4

Fig. 4

Conclusioni:

Attraverso l’uso delle funzioni di Trasform, Crop, Distort possiamo manipolare le nostre inquadrature a piacimento conferendo un look assolutamente professionale al nostro progetto video finale, il tutto eseguibile in maniera semplice ed intuitiva dimostrando che , anche da questo punto di vista,  Final Cut Pro X non e’ solo un potente software di video editing ma anche e sopratutto un prodotto semplice da utilizzare. Professionalità non significa inesorabilmente complessità e questo e’ sicuramente uno dei punti di forza del prodotto della casa di Cupertino.

Come sempre l’attivazione dell’inspector ci fornisce la possibilità di controllare , verificare e manipolare tutti i parametri delle funzioni coinvolte appena citate.

Vuoi aggiungere ulteriori  esperienze in merito ? Scrivilo nei commenti all’articolo qui sotto !